La tradizione italiana delle ricette per primi piatti

L’italia è la patria del buon cibo e, in particolare, delle ricette per primi piatti, grazie alle famosissime portate a base di pasta. Inoltre sono stati inventati qui i celebri tortellini, i ravioli e molti formati particolari, che, oggigiorno, sono quotidianamente mangiati in ogni parte del mondo.

Possiamo iniziare il nostro excursus gastronomico partendo da un classico all’italiana, molto semplice da preparare e amato da grandi e piccini: la pasta alla carbonara. La ricetta originale prevede l’utilizzo degli spaghetti, ai quali bisogna aggiungere guanciale, pecorino, uova ed infine una manciata di pepe.
Il piatto è tipico del Lazio, anche se, secondo un’antica leggenda, si pensa sia nato in Umbria, e sia stato creato dai carbonai appenninici. Il piatto ha un gusto intenso ma equilibrato.

In quanto terra circondata dal mare, non possiamo tralasciare un piatto a base di pesce; quest’ultimo rappresenta un caposaldo nelle ricette del nostro Paese.
Caratteristica delle zone meridionali è la pasta con le cozze. Possiamo utilizzare gli spaghetti o le linguine, è comunque preferibile, secondo tradizione, un formato di pasta lunga. Il piatto è un’esplosione di sapore; infatti graricette di primi piatti gustosezie al loro gusto intenso le cozze ben si prestano a condire il sugo. Oltre alle cozze, per chi preferisce un sapore un po’ più delicato, si possono utilizzare anche le vongole. Esiste inoltre una versione del piatto in bianco, che vede l’aggiunta di pomodorini e di una spruzzata di vino bianco.

Tortellini: altri consigli per le ricette di primi piatti

A piacere si può aggiungere, dopo cottura, del prezzemolo tritato finemente oppure del peperoncino.
Passiamo adesso ai tortellini, la pasta ripiena più famosa nel mondo. Nati in Emilia, nell’entroterra bolognese, si possono riempire in vari modi. I tortellini vanno fatti in casa; una volta preparata la pasta all’uovo, si stende e si versa il ripieno con un cucchiaino; dopo si richiude e, con un gesto semplice, si dà la classica forma a cuore. Il ripieno del tortellino può essere il più classico, composto di carne di maiale, prosciutto e parmigiano, oppure si possono condire con spinaci e ricotta, con una crema di funghi o a base di pesce. I tortellini vanno serviti con un brodo di carne, oppure semplicemente con del burro e salvia, o, in maniera veloce con panna e prosciutto.

Infine, consiglio una ricetta per un primo piatto che prevede l’utilizzo di un formato di pasta corta: le penne rigate. Il primo abbinamento che mi viene in mente è sicuramente quello della pasta all’arrabbiata. Questo piatto prevede, per il condimento, due semplici ingredienti; passata di pomodoro e peperoncino a volontà. In aggiunta si può dare una spruzzata di pecorino, oppure alcune varianti prevedono l’aggiunta di speck oppure della pancetta tagliata a cubetti.

admin