Master universitari: BBS e Università di Bologna a confronto

Pochissimi sono gli studenti che, una volta laureati, posseggono le giuste competenze per inserirsi nell’ambiente lavorativo. Il più delle volte, alla sensazione di spaesamento si aggiunge un senso di inadeguatezza verso la società e il mondo del lavoro. I nuovi dottori difatti, hanno la necessità di accrescere e migliorare le proprie conoscenze. Solo attraverso una specializzazione in un campo ben preciso, si avrà la possibilità di praticare in futuro, il lavoro desiderato. Perfezionamento ed alta formazione accademica sono alla base dei master universitari, una valida soluzione per i post-laureati e non.

Master universitari

Attraverso un potenziamento delle capacità e abilità già acquisite nel precedente percorso formativo, i master universitari si propongono di fornire ulteriori capacità in un particolare campo di studio o attività professionale. Lo studente possiederà, dunque, abilità che saranno direttamente spendibili nel mondo del lavoro.

Caratteristiche

I master universitari sono suddivisi in due categorie: i Master di I livello e quelli di II livello. Per quanto riguarda il primo livello, esso per l’iscrizione prevede generalmente:

  • Diploma di laurea triennale di qualsiasi tipo;
  • Titolo di studio equiparato e legalmente riconosciuto.

I master di primo livello sono ideali per coloro che, dopo aver conseguito la laurea triennale, preferiscono specializzarsi in un settore in particolare, arricchendo sin da subito il proprio curriculum vitae. Essi potranno inserirsi in un indirizzo di carriera ben preciso.

Per quanto riguarda l’iscrizione ad un master di secondo livello, è necessario possedere un diploma di laurea magistrale o laurea a ciclo unico. I laureati in questo caso, potranno utilizzare questo master come completamento del loro percorso di studi, grazie ad una ulteriore qualificazione. La conseguenza sarà una preparazione ancora più approfondita dell’area formativa scelta per la laurea magistrale.

master università di bologna

Master in Italia o all’estero? Due realtà diverse

I Master in Italia hanno una valenza diversa rispetto ai titoli accademici rilasciati all’estero.

Differenze e Analogie

Il Master di I Livello preso all’estero, detto anche Master’s Degree, in Italia invece corrisponde:

  • Ad una Laurea Magistrale;
  • Ad un Diploma Accademico di secondo livello;
  • Ad un Diploma Accademico di Specializzazione.

Il Master di II livello invece corrisponde a:

  • Dottorato di Ricerca;
  • Diploma accademico di formazione alla ricerca;
  • Diploma di Specializzazione I o II;
  • Diploma di Perfezionamento.

Il Master conseguito in Italia, dunque, trova poco riscontro rispetto a quello estero, generando dunque confusione a livello di terminologia.

La durata di questo tipo di corso accademico, all’estero è di circa un anno. Alla fine del percorso, allo studente saranno conferiti 180 crediti formativi. In Italia invece, le Università che rilasciano queste specializzazioni in alcuni casi stabiliscono una collaborazione con le strutture di formazione esterne o le aziende. Presso queste ultime, gli studenti, possono eventualmente svolgere un periodo di tirocinio. Per quelli più fortunati e maggiormente capaci, si prevede anche l’assunzione presso la stessa impresa.

La maggior parte dei corsi dura un anno, ma può succedere che, alcune università decidano di prolugarne la durata fino a 14-16 mesi. Inoltre i crediti formativi conferiti alla fine, sono 60. Per quanto riguarda il costo dei Master, Italia e Europa si trovano in accordo. La media è quella di 9000 Euro.

Specializzarsi in Italia

Uno dei problemi più diffusi nel panorama italiano è quello del riconoscimento delle differenti tipologie di master. Le aziende private, infatti, non sempre riconoscono come valido il titolo conseguito. Iscriversi ad un master significa anche scegliere un settore che potrà essere maggiormente apprezzato in ambito lavorativo. La futura figura professionale che si andrà a formare, dovrà anche attirare l’attenzione di un’impresa. A tal proposito, un ruolo importante è svolto dall’Università di Bologna e dalla BBS, la Bologna Business School.

Master all’Università di Bologna

Prima a livello nazionale in questo ambito, l’Università di Bologna propone master universitari sia di primo che di secondo livello. Il complesso, il più antico in Europa, offre una vasta gamma di settori di perfezionamento. L’ampia offerta didattica è data da una accurata selezione effettuata in base ai profili professionali più richiesti e alla disponibilità delle risorse necessarie al conseguimento del Master stesso. La certezza di iscriversi in questo ateneo è quella di un’assoluta professionalità dei suoi componenti e di conseguenza, una formazione di altissimo livello.

Quando scegliere BBS

Se l’obiettivo è quello di puntare verso il settore manageriale, la soluzione ideale è scegliere la BBS, Bologna Business School. Punto di riferimento nella formazione manageriale post-laurea dell’Università di Bologna, BBS è orientata verso una formazione moderna, al passo con il progresso internazionale. Rilevante in questo ambito è l’Mba, il Master in Business Administration. Alcuni dei corsi BBS sono inoltre tenuti completamente in lingua inglese. In questo modo essa da allo studente, la possibilità di poter affrontare il mondo del lavoro con una preparazione pratica, sia per quanto riguarda la conoscenza della professione, che della lingua.

I corsi della BBS sono rivolti sia a giovani manager che vogliono perfezionare le proprie abilità, che a professionisti che vogliono migliorare e aggiornare le proprie competenze. Dunque nella varietà di master universitari presenti su tutto il territorio italiano, Bologna si presenta come un territorio ricco di interessanti proposte, per tutti coloro che sognano un futuro professionale d’avanguardia.

admin