Dopo il GP di Catalogna di Moto GP continuano le voci di mercato su Franco Morbidelli

Il GP di Catalogna della Moto GP è appena andato in archivio, ma a tenere banco sono le voci di mercato relative alla composizione delle squadre per il 2018. Sembra infatti sempre più probabile che l’anno venturo sarà quello dell’approdo in Moto GP di Franco Morbidelli. Il pilota italiano è infatti al centro di diverse voci di mercato, complice l’ottima stagione che sta disputando in Moto 2.

Un motomercato per ora piatto

Il GP di Catalogna della Moto GP ha confermato come il mercato piloti per la prossima annata sia decisamente meno elettrico rispetto all’anno scorso, a causa principalmente del fatto che le maggiori scuderie hanno fatto sottoscrivere ai propri piloti accordi biennali con scadenza nel 2019. Tuttavia, dopo il GP dI Catalogna dell Moto GP, qualcosa si è comunque mosso, prima di tutto con le conferme di Johann Zarco e Jonas Folger in sella alle 2 Yamaha Tech3 anche per l’anno prossimo.

Tuttavia, se le moto ufficiali sono tutte ben salde nelle mani dei piloti attuali, visti gli accordi biennali a cui si è accennato poco fa, vi è grande interesse in merito al nome di Franco Morbidelli, che sta facendo ottime cose in Moto 2 e che sembra ormai pronto per il salto in Moto GP, dove dovrebbe approdare in qualche team satellite per fare esperienza in vista di un possibile futuro in un top team a partire dal 2019.

Quali sono le case interessante a Morbidelli: in prima fila c’è la Honda

Il pilota romano, che al momento appare il più serio candidato a vincere il titolo in Moto 2, ha visto da spettatore anche il GP di Catalogna della Moto GP, ma un suo approdo nella classe regina l’anno venturo appare sempre più vicino, visti gli ottimi risultati che sta raccogliendo e la maturazione di cui si è reso protagonista in questi ultimi due anni.

A mettere gli occhi sul giovanissimo centauro romano sarebbero state, stando alle ultime voci raccolte nel paddock della Moto GP nel corso del GP di Catalgona, addirittura Honda e Ducati. Questo fa capire ancora di più il potenziale del pilota. La Honda sembra approdo quasi scontato per Morbidelli, visto e considerato che al momento corre in Moto 2 con un team che utilizza moto non ufficiali della casa nipponica. L’idea della Honda sarebbe quella di far correre Morbidelli sempre nello stesso team, presente anche in Moto GP.

A cedergli il posto sarebbe Tito Rabat, che al momento ha decisamente reso al di sotto degli standard che la Honda si aspettava da lui. Tuttavia un’altra opzione di cui si è parlato dopo il GP di Catalogna della Moto GP è quella che conduce al team capitanato dall’ex centauro Cecchinello. Questo vorrebbe dire per Morbidelli correre addirittura con una moto semi-ufficiale. Tuttavia questa ipotesi appare più complicata, perchè al momento vi sono dei problemi di budget.

L’ipotesi Ducati: affascinante e possibile

Infine, l’altra ipotesi che nel corso del GP di Catalogna della Moto GP si è fatta strada nel paddock è appunto quella di un approdo in Ducati, precisamente nel team Pramac, dove la posizione di Scott Redding appare sempre più in bilico. Stando ad alcune voci l’idea dei vertici della casa di Borgo Panigale sarebbe quella di formare un team con Danilo Petrucci.

Senza dubbio questa ipotesi è affascinante e anche se è più difficile da realizzare potrebbe risultare interessante per Morbidelli, pilota giovane, ma che ama le sfide.

Fonte: Moto gp Sky Sport

admin