Corso per diventare pasticcere: come e dove

L’arte pasticciera è uno dei mestieri più creativi ma allo stesso tempo rigorosi in cucina. Esistono scuole e corsi di pasticceria che possono essere frequentati da chiunque e a partire da qualsiasi livello, dal più basico a quello più elaborato e professionale. Un buon corso di pasticceria di base inizia con una parte teorica incentrata sulla chimica degli elementi, alle tecniche principale di preparazione, realizzazione e di cottura, nonché una prospettiva completa di tutti gli oggetti e gli strumenti che la tecnologia mette a disposizione per elaborare ricette semplici o complesse.

Il corso di pasticceria: le due fasi.

Come per altri tipi di corsi di cucina (professionali o meno), i Corsi di Pasticceria vengono di norma suddivisi in 2 fasi: la prima è propedeutica alla seconda, ed è incentrata sulla parte teorica che permette ai corsisti di acquisire le regole di base e le regole avanzate del mestiere. Questa è una fase che potrebbe risultare noiosa e nozionistica, ma non si deve sottovalutare l’importanza delle BASI TEORICHE IN CUCINA, poiché in questo settore nulla deve essere lasciato al caso, mai. Una volta acquisite le nozioni di base il corsista può cominciare ad applicare ciò che ha appena imparato attraverso lo svolgimento pratico in laboratorio o in una pasticceria vera e propria. La seconda fase è proprio quella della pratica: da svolgere in laboratorio, o direttamente in una vera pasticceria, dove il corsista può sperimentare ciò che ha appreso nella prima fase teorica del corso. naturalmente possono essere previsti degli stages in esterna, presso pasticcerie che mettono a disposizione le proprie tecnologie, i propri ambiente e le proprie materie prime per permettere al pasticcere in erba di poter sperimentare e realizzare le sue prime, dolci, creazioni.

Programma di un corso di pasticceria.

nel programma di un CORSO DI PASTICCERIA, come già detto, ha enorme importanza la parte teorica e preparatoria: a partire dalle regole di base dell’igiene in laboratorio (conservazione dei cibi, manutenzione dei macchinari etc.), fino all’organizzazione logistica degli alimenti e dei prodotti, dall’organizzazione del personale e di tutto il sistema che permette a una pasticceria di funzionare perfettamente alle tecnologie e all’attrezzistica utilizzata in pasticceria, fino alle varie tecniche ti realizzazione delle preparazioni di base e quelle complesse.

Obiettivi di un corso di pasticceria professionale.

Fra i principali obiettivi di un corso di pasticceria professionale ci sono ovviamente lo sviluppo di abilità specifiche e assolutamente pratiche riguardo l’utilizzo e la lavorazione dei vari ingredienti, per permettere a chiunque intraprenda questo percorso difficile a volte, ma sicuramente interessante e gratificante, di poter maturare esperienze specifiche e professionali nel settore della pasticceria.

Attestati e diplomi.

Al termine di un corso di pasticceria, soprattutto se professionale, la scuola o l’istituto erogatore,  come ade esempio ASSOFORM.ORG riconosce a tutti i corsisti che hanno frequentato con profitto il corso, un diploma o un attestato che riconosce al corsista la qualifica di pasticcere, con una qualifica più o meno elevata in base al corso seguito e ai risultati ottenuti.

Imparare la pasticceria direttamente in pasticceria.

Un altro modo alternativo per DIVENTARE PASTICCERE è quello di frequentare fin da molto giovani il laboratorio di una vera pasticceria, per apprendere le regole di lavorazione e i segreti del mestiere direttamente “sul campo”, anche se, ovviamente, alla fine non si riceverà alcun attestato cartaceo che testimonia l’arte e il mestiere imparati.