Casi di malasanità

Ogni anno 15.000 nuovi pazienti intentano cause contro i medici, ritenendo di essere vittima di casi di malasanità.

Escludendo i rari casi in cui la responsabilità dei professionisti è evidente, la maggior parte delle situazioni necessita di una valutazione effettuata ex-ante da un soggetto che abbia le conoscenze tecniche per comprendere se effettivamente i medici abbiano agito con imperizia, imprudenza o negligenza (elementi che devono coesistere affinchè si tratti di responsabilità del professionista) e allo stesso tempo in grado di quantificare il danno (o il maggior danno) subito.

Il medico-legale, in virtù del proprio percorso accademico e specialistico, è l’unico soggetto in grado di supportare il paziente, valutando l’eventuale responsabilità del professionista e quindi se sia il caso di adire le vie legali. Rivolgersi in via preliminare ad un soggetto diverso dal medico legale è una pratica sbagliata, in quanto solo il medico legale è in grado di effettuare un’analisi puntuale, applicando la metodologia medico-legale.

medico legaleIl medico legale è in grado di ricostruire con esattezza tutte le azioni poste in essere dai medici, partendo dalla situazione di salute preliminare alla prestazione delle cure e analizzando in quale modo sia stato provocato l’eventuale danno, in maniera tale da capire preventivamente se esistono i presupposti per citare il medico, con lo scopo di evitare costose e inutili spese legali.

Il dottor Saverio Caruso esercita la professione di medico legale da 40 anni e ha alle spalle molti casi di valutazione della responsabilità professionale dei medici in caso di malasanità. Per ulteriori informazioni e per prenotare un appuntamento, visitate il sito internet http://www.medicolegalesaveriocaruso.it/ .